Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.

  • Home
  • I nostri prodotti
  • Tessuti murali

TESSUTI MURALI

tessuti murali, tessuto murale

Vedi le Collezioni...

Tipologie dei Tessuti murali

Le fibre tessili utilizzate per i tessuti murali principalmente sono di 3 tipi:

  • tessuto murale in fibre di origine vegetale (es. lino, cotone, canapa, iuta etc.) o animale (es. lana, seta, mohair, alpaca etc.)
  • tessuti murali di fibre artificiali: sono prodotte in modo chimico utilizzando elementi già esistenti in natura (es. lavorando la cellulosa). Esempi comuni sono il Modal, il Rayon, l’acetato o la viscosa
  • tessuti murali in fibre sintetiche: sono prodotte in modo chimico usando elementi che non esistono in natura ma che sono stati sintetizzati dall’uomo. Comunissimi l’acrilico, il poliestere e il Nylon

I 3 tipi di fibre tessili possono essere mescolati tra loro per dar vita a infinite varianti di tessuti murali.

Lino

Tessuto antichissimo di origine naturale vegetale (si ottiene da una pianta), ha molteplici virtù.
Il suo aspetto è serico e brillante, più liscio del cotone ma meno della seta.

Cotone

Più economico del lino e della seta, è venduto in qualità e prezzi ben diversi. Per comprendere quanto sia versatile, basta pensare che dal cotone si ricava la spugna per gli asciugamani da bagno, il denim per realizzare i famosi pantaloni, o il chintz, molto resistente e usato nell’arredamento.

Seta

Filato antico e prezioso, derivato dal baco da seta, a seconda della lavorazione può essere più o meno liscia e lucida; ad esempio la seta cruda e la seta addolcita sono più ruvide, la seta cotta è lucidissima e morbida.
La seta è robusta nonostante lo spessore ridotto, è leggera, abbastanza elastica, buon isolante termico, ottima da colorare e, naturalmente, di grande resa estetica.

Canapa

La canapa è una fibra economica, generalmente abbastanza spessa e ruvida, ma con molti pregi.
E’ un buon isolante termico ed acustico, resiste a muffa, parassiti e funghi, è anallergica, è resistente (resiste molto meglio agli strappi rispetto al cotone), ha buone capacità di assorbire l’umidità, esposta all’aria per una notte perde gli odori di cui si era impregnata, e protegge dai raggi infrarossi e dagli UVA. Queste caratteristiche la rendono ideale per mantenere il microclima interno delle abitazioni.

Juta

La juta è una fibra molto economica che condivide con la canapa l’aspetto naturale, ecologico e retrò ma con una grana ancor più rustica e materica. E’ un tessuto dai riflessi dorati ma può essere colorato.
E’ rigido, tenace, resistente non attaccato da funghi e muffe, biodegradabile ed ecologico.

Stampa Email